VIII Edizione2018-12-18T14:10:12+00:00

VIII Edizione Festival d’arte Apulie

31 luglio – 13 agosto 2011

THE LODGER – A story of the London fog

Il pensionante – Una storia di nebbia londinese (1927)
I esecuzione regionale

di Alfred Hitchcok
Colonna sonora composta da Roberto Molinelli
ApuliaEnsemble 
Roberto Molinelli, direttore
Proiezione a cura di Ermanno Loco

Il cadavere di una ragazza bionda viene ripescato nel Tamigi: è l’ennesima vittima di un maniaco che si firma The Avenger (Il vendicatore) e che da qualche tempo terrorizza Londra. Passato alla storia per alcune memorabili sequenze, The Lodger è un film che Hitchcok stesso in maturità definirà come la sua vera “opera prima” dal punto di vista stilistico (anche se non cronologico). L’atmosfera nella quale il geniale regista, qui appena ventisettenne, ha saputo immergere praticamente ogni istante di questa pellicola, è resa unica dalla scelta degli attori (la bellissima June, avvenente modella, e Ivor Novello, l’affascinante pensionante dallo sguardo magnetico), dalla cura dei particolari, macrofotografici e fulminei, inaspettati e inquietanti, calati magistralmente nelle cupe tonalità di grigio – non solo fotografiche – di questa storia nebbiosa. Hitchcock diceva che “non c’è nulla che dia più senso di pericolo al pubblico che vedere un innocente accusato ingiustamente” e spesso ha rimarcato quanto l’aver iniziato la sua carriera nel cinema muto lo avesse provvisto di un grande senso comunicativo al fine di far comprendere le storie narrate in maniera esclusivamente visuale. Proprio questo fa anche Molinelli nello scrivere il commento musicale alla Londra notturna e velata di The Lodger: rendere la colonna sonora calzante sulle immagini, ma nello stesso tempo farle mantenere una sua indipendenza narrativa, affinché il pubblico possa immaginare i dialoghi nel film sia dal comunicativo volto degli attori, sia nell’espressività dei loro alter-ego musicali: gli strumentisti dell’orchestra.
“Una peculiarità innovativa di questo lavoro – spiega Molinelli -, a differenza di altre realizzazioni simili, è l’aver costruito una colonna sonora che si sincronizza al fotogramma con la pellicola e che segue la narrazione sottolineando i numerosi cambi di inquadratura e gli immancabili colpi di scena nell’attimo esatto in cui succedono, nonostante sia eseguita dal vivo in concomitanza con la proiezione. Il film ha una sceneggiatura particolarmente avvincente e il pubblico assiste quindi non ad un semplice commento sonoro di accompagnamento: la musica riesce anch’essa ad essere attrice protagonista, proprio come se la colonna sonora fosse il risultato di un lavoro di montaggio sulle scene, come normalmente avverrebbe nel ciclo di post produzione di un film”.
Una curiosità: in questo film Hitchcock appare due volte: seduto a una scrivania nella redazione di un giornale e tra i curiosi che assistono alla cattura del pensionante Ivor Novello. Si tratta del primo cameo del regista, che continuerà questa tradizione in tutti i suoi film. Del film sono stati realizzati numerosi remake, fra cui l’omonimo nel 1944 e Una mano nell’ombra del 1954.

31 Luglio ore 21.30
Foggia, Cortile di Palazzo Dogana

1 Agosto ore 21.30
Roseto, Piazza S. Antonio

LA CENA DEI CRETINI
Adattamento testo Giampiero Mancini
Musica di Giuliano Di Giuseppe

Giampiero Mancini, Pierre Brochant
Antonio d’EmilioFrancois Pignon
Silvia PalmaChristine Brochant
Antonio AnzilottiLucien Cheval
Laura BaldassarreMarlene
Claudio del Rosso, Just Leblanc
Fabrizio Euleterio, Pasqual Meneaux

Apulia Ensemble
Dino De Palma, violino
Luciano Tarantino, violoncello
Dario Flammini, bajan
Giuliano Di Giuseppe, pianoforte

Ogni mercoledì sera un gruppo di amici, ricchi e annoiati, organizza per tradizione la cosiddetta “cena dei cretini”, alla quale i partecipanti devono portare un personaggio giudicato stupido e riderne sadicamente per tutta la serata. Tramite la segnalazione dell’amico Jean Cordier, l’editore Pierre Brochant individua la vittima designata in François Pignon, contabile al Ministero delle Finanze e appassionato costruttore di modellini con i fiammiferi, e lo invita a un aperitivo a casa sua prima di recarsi insieme alla cena. Dal momento in cui il “cretino” prescelto entra in casa di Pierre Brochant, gli eventi precipitano: prima un “colpo della strega” impedisce all’editore di raggiungere i suoi amici alla cena, poi la moglie Christine, irritata dal suo comportamento, gli comunica tramite segreteria telefonica di avere intenzione di lasciarlo. I maldestri tentativi di aiuto di François Pignon portano solamente ad un’ulteriore complicazione della vicenda. Da quel momento “il cretino” ne combina di tutti i colori, arrivando quasi a distruggere la vita dell’editore. In un avvicendarsi incredibile di gaffe, gags, malintesi, Pignon ne combina una dopo l’altra, mandando a rotoli il matrimonio, la salute e il patrimonio finanziario di Brochant e facendolo passare da carnefice a vittima. Una commedia esilarante che non mancherà, al contempo, di commuovere e far riflettere. Le musiche di commento, scritte da Giuliano Di Giuseppe, sottolineano con effervescente teatralità i momenti clou della pièce, per una serata di teatro e musica in cui l’esilarante atmosfera non perderà l’eleganza della commedia francese.

4 agosto ore 21.30
Pietra Monte Corvino, Palazzo Ducale 

5 agosto ore 21.30
Castelluccio dei Sauri, Piazza Municipio 

SCIAMBOLI E NUOVI INVERNI

di e con Umberto Sangiovanni
Daunia Orchestra

“Sciamboli e Nuovi Inverni” è lo spettacolo di Umberto Sangiovanni con la Dauniaorchestra, legato al terzo Cd che esce dopo i primi due prodotti da RAI Trade, in cui sonorità mediterranee e ritmi jazz si mescolano alle tradizioni di un linguaggio antico e poco conosciuto parlato nella provincia di Foggia. Tra musica, canto e danza, lo spettacolo racconta una storia fatta di sentimenti, di amori finiti e amori iniziati, microcosmi in versi che regalano uno spaccato di vita d’altri tempi e si pregia della partecipazione di due grandi artisti pugliesi dalle carriere internazionali, il pianista e compositore Umberto Sangiovanni e la danzatrice e coreografa Giorgia Maddamma. Insieme porteranno in scena, in una versione rivista e arrangiata dallo stesso Sangiovanni, gli sciamboli, ossia i canti dell’altalena, i canti popolari della tradizione folk del Subappennino Dauno. Di grande effetto i risultati sonori e timbrici degli arrangiamenti, che spaziano dalla musica leggera, alla classica, al jazz senza snaturare la natura popolare dei testi e la bellezza antica e suggestiva delle canzoni popolari della nostra terra.

6 agosto ore 21.30
Pietra Monte Corvino, Palazzo Ducale

7 agosto ore 21.30
Celenza Valfortore, Convento San Nicola 

LE CIRQUE MUSICAL

Musiche di Brahms, Shostakovich, Monti, Offenbach, Bizet, Grieg, Vivaldi, Massenet, De Falla

Apulia Ensemble
Gianna Fratta, direttore

Le cirque musical è uno spettacolo che in modo imprevisto e accattivante unisce le suggestioni della grande musica con il fascino dell’arte circense. Su musiche di Vivaldi, Bizet, Shostakovich, Massenet si esibiscono, in veste di insoliti solisti, l’acrobata, la contorsionista, il mago, il giocoliere con numeri perfettamente sincronizzati alle suggestioni sonore. Insieme agli artisti di circo il soprano e il violinista stupiranno il pubblico con numeri “circensi” in una sorta di mutuo scambio tra l’arte del circo e la musica.
L’ensemble orchestrale, composto da prestigiosi artisti del panorama musicale nazionale, diretto da Gianna Fratta si produrrà in virtuosistici brani del grande repertorio orchestrale proponendo l’ascolto di pezzi come Meditazione dalla Thais di Massenet, brani da le Quattro Stagioni
di Vivaldi, pezzi dalle Jazz Suites di Shostakovich, Ouverture dalla Carmen di Bizet, unitamente a pezzi del grande repertorio per accompagnare i numeri degli artisti di circo e dei due solisti. Originalità, virtuosismo, abilità tecnica, suggestione visiva e sonora: questi gli ingredienti di uno spettacolo nuovo e accattivante per un pubblico di tutte le età.

10 agosto ore 21.30
Biccari, Piazza Umberto I 

11 agosto ore 21.30
Roseto Valfortore, Anfiteatro 

12 agosto ore 21.30
Celenza Valfortore, Largo Castello 

13 agosto ore 21.30
Casalvecchio di Puglia, Piazza Municipio 

Area download

ENTI PROMOTORI VIII Edizione 2011

Regione Puglia – Assessorato al Meditrerraneo, Cultura e Turismo

Puglia Sounds

Provincia di Foggia – Assessorato alla Cultura

APT (Azienda di promozione turistica della Provincia di Foggia)

Consorzio F.F.S.S. (Five Festival Sud System)

Comune di Biccari

Comune di Casalvecchio di Puglia

Comune di Castelluccio dei Sauri

Comune di Celenza Valfortore

Comune di Pietramontecorvino

Comune di Roseto Valfortore

Centro Medico di riabilitazione “Vita” – Cerignola

Fortore Energia S.P.A. – Lucera