XI Edizione2018-12-11T11:30:28+00:00

XI Edizione Festival d’arte Apuliae

25 giugno – 12 agosto 2014

  • Scarica il manifesto

QUANDO LA MUSICA SI FA IMMAGINE

Le più belle colonne sonore di tutti i tempi
Tatiana Krylova, violinoIda Fratta, pianoforte
Coro “Spazio Musica” – Monica dell’Oglio, direttore

Nella bellissima cornice dell’Auditorium di Santa Chiara si inaugura il Festival d’arte Apuliae con uno spettacolo interamente dedicato alla musica da film. Le note di Morricone, Piovani, Williams, Rota e la videoproiezione sincronizzata delle immagini più suggestive tratte dalle relative pellicole, faranno ripercorrere la storia del cinema mondiale, che è una storia fatta di racconti, di attori, di grandi personaggi, di eccelsi registi, ma anche di grandissima musica. Loris Castriota Skanderbegh ci guiderà in questo itinerario reso originale dalla presenza sul palco del Coro “Spazio Musica”, un coro di giovanissimi le cui voci saranno prestate ad interpretare le grandi canzoni del cinema, diretto da Monica dell’Oglio e dal duo Krylova-Fratta.

Mercoledì 25 Giugno ore 19.00
Foggia, Auditorium Santa Chiara

BAROCCO VIRTUOSO

Dino De Palma, violinoLiang Yen Chi, contrabbasso
Cecilia Loda, mandolino
Orchestra da camera Harmonia Vocis, Giancarlo De Lorenzo, direttore
Spettacolo in coproduzione con il Festival “Incanto d’estate” di “Harmonia Vocis”

Un altro imponente viaggio musicale nell’epoca forse più prolifica della storia della musica: il Barocco. Vera protagonista della serata è la musica di Vivaldi con l’ascolto del Concerto Grosso in sol minore per archi, del doppio concerto per violino e mandolino in la minore da “L’estro armonico”, del concerto in do maggiore per mandolino e archi. Gli altri brani che completano il programma, come il Gran Duo concertante per violino, contrabbasso e archi di Bottesini, per essendo successivi al Barocco, trovano in questo stile l’antecedente storico di riferimento e da esso mutuano gli artifici virtuosistici strumentali. Una serata all’insegna del grande virtuosismo, dello scintillio e della vivacità di un’epoca d’oro della musica italiana.

Sabato 12 Luglio 2014 ore 21.00 
Corato, Palazzo San Cataldo

ASIA-EUROPA: ARTI E CULTURE A CONFRONTO” – FORUM E CONCERTO

Jeahyun Bae, Youngwoo Chun, Tainam Jung, Soyoung Lee, relatori
Massimo Leggeri, Giandomenico Vaccari, relatori
Ida Fratta, sopranoJi Ho Kim, tenore
Loris Castriota Skanderbegh, moderatore

Il Festival Apuliae dedica una “due giorni” al rapporto culturale e artistico tra Oriente e Occidente ed in particolare alle relazioni tra Corea e Italia in occasione del 130° anniversario dei rapporti tra i due Paesi. La prima giornata si apre con il forum “Asia-Europa: arte e culture a confronto”. Sarà un momento di riflessione sul tema dell’identità dei popoli, delle differenze culturali e artistiche tra Est ed Ovest, delle diversità e delle somiglianze tra mondi così lontani a cura di grandi personalità della diplomazia internazionale, del mondo dell’arte e di intellettuali di fama mondiale. Il forum sarà inframezzato da una performance musicale di opera lirica italiana e canti tradizionali della Corea. La seconda giornata propone, in prima esecuzione nazionale, l’ascolto di arie e duetti dall’opera coreana Chunhyang-a, Chunhyang-a e l’ascolto di arie della tradizione operistica europea. Sette i cantanti coreani scelti tra le più eminenti personalità musicali della Corea. Due eventi di grande respiro che mirano a confrontare musiche e tradizioni artistiche di Paesi lontani.

Giovedì 24 Luglio ore 18.00
Foggia, Auditorium Santa Chiara

OPERA ORIENTALE E OPERA EUROPEA A CONFRONTO

Arie e duetti dall’opera coreana “Chunhyang-a, Chunhyang-a” e dalle opere della tradizione europea
Yehjin Han, Eunhee Kim, Haejin Lee, soprano
Jiho Kim, Jinhoon Kim, tenore
Joungwoo ChoiDayyoung Park, baritono
Presenta Loris Castriota Skanderbegh

Venerdì 25 Luglio ore 20.00 
Foggia, Auditorium Santa Chiara

TODO EL AMOR

Quintetto Alma de tango
Carmine e Grazia Mummolo, tangueros

Il Festival Apuliae dedica due serate al tango e a brani classici ad esso ispirati, con grandi artisti e quattro tangueros vincitori di innumerevoli premi internazionali. Il termine “tango” inizia a diffondersi a Buenos Aires verso il 1820, riferito ad un tipo di percussione usata dagli afroamericani. In origine il tango è sola musica per accompagnare la danza e gli strumenti musicali usati sono la chitarra, il flauto e il pianoforte, spesso sostituito dal bandoneon. A partire dal 1900, quando il tango comincia a entrare nei teatri e nei caffè, si impone il trio bandoneòn-violino-pianoforte. Mentre il genere si evolve e l’orchestrazione diviene più ricca, nel primo ventennio del Novecento al trio si sostituisce sul palco il sestetto tipico, due bandoneònes, due violini, pianoforte, contrabbasso e attualmente il tango viene interpretato dagli organici più variegati, da strumentisti e direttori specializzati e di grande fama. Enrique Santos Discépolo, uno dei primi compositori di tango, lo definisce “un pensiero triste espresso in forma di danza”. Ma il tango non è solo un pensiero, è un’emozione, una sensazione, un enigma. È la danza con centinaia di segreti, migliaia di ombre, milioni di misteri; è la danza della velatura azzurrina della nebbia e dello sfavillio del riflesso delle luci dei lampioni sui mosaici di pietra delle strade; è la danza di uno sguardo scambiato, di uno stiletto in una mano invisibile. Nel 2009 il tango è stato dichiarato dall’Unesco “patrimonio dell’umanità”, in quanto “bene culturale immateriale”.

Martedì 29 Luglio ore 21.00
Roseto, Anfiteatro

MERAVIGLIOSO

Omaggio a Domenico Modugno nel ventennale della morte
Orchestra da camera “Suoni del Sud
Cristian Levantaci, voce

Nel blu dipinto di blu è la canzone italiana in assoluto più conosciuta al mondo; vincitrice di due Grammy Awards, è stata prima in classifica per cinque settimane negli USA. Interpretata da centinaia di artisti in tutto il globo, come Paul McCartney e Frank Sinatra, la ascolteremo in questo spettacolo del Festival Apuliae insieme ad altri celeberrimi brani del cantautore di Polignano a Mare e al racconto di una vita piena di sorprese e di successi. Oltre che cantante, attore, cantautore dalla travolgente forza interpretativa, mister Volare è stato uomo semplice e forte, umile e rivoluzionario e persona fermamente ancorata alla sua origine, alle sue radici meridionali mai rinnegate, alla gente di quella terra che ha cantato e raccontato come nessuno prima.
A dar voce all’omaggio al grande Mimmo, Cristian Levantaci con l’Orchestra da Camera Suoni del Sud.

Mercoledì 6 Agosto ore 21.00
Casalvecchio, Piazza Municipio

CRIMINALMENTE BELLA

Omaggio a Fred Buscaglione
Cristian Levantaci, voce
Orchestra da camera “Suoni del Sud
Alessandro Inglese, direttore

Criminalmente bella è l’appellativo che Buscaglione dava alla sua automobile, una fantastica Ford Thunderbird, e che divenne anche titolo di una delle sue canzoni più famose. Lo spettacolo vuole essere un simpatico riferimento al brano che forse più di tutti sintetizza con il suo nome lo stile di Fred che ha affascinato l’Italia degli anni Cinquanta. La sua immagine rimase sempre italiana, nonostante quel tocco da gangster americano, vincente non tanto nel risultato della singola canzone, ma nell’accostamento di due mondi apparentemente distinti: da una parte una realtà abbagliante e poco conformista, con i suoi eccessi e le sue esotiche esagerazioni, dall’altra il mondo del commento giornaliero, dal bar al salotto, dal negozio all’uscita della messa domenicale.Ad un’Italia abituata alle melodie sdolcinate che raccontavano sempre la stessa storia, Fred regalò uno spicchio di America descritto con irresistibile ironia e piglio da cabarettista. Lo spettacolo propone i suoi classici di sempre come, tra gli altri, Eri piccola, Guarda che luna, Che bambola, Love in Portofino, Buonasera Signorina, Teresa non sparare, Whisky facile, Mambo italiano.

Giovedì 7 Agosto ore 21.00
Torremaggiore, Piazza Municipio

MELODIE SENZA FRONTIERE

Ensemble Apuliae
Con la partecipazione di Ida Fratta, sopranoGraziana Ruta, vocalist
Dino De Palma, violino

Concerto prodotto dal Festival Apuliae ed eseguito in prima assoluta, “Melodie senza frontiere” propone l’ascolto di melodie vocali e strumentali note e meno note appartenenti alle tradizioni musicali di tutto il mondo. Il concerto non è solo un viaggio nello spazio, dall’Italia alla Spagna, dagli Stati Uniti alla Francia, ma anche un percorso nel tempo, proponendo melodie che coprono tre secoli di storia della musica. Dal Settecento al Novecento il pubblico segue l’evoluzione della forma musicale che ha portato alla “canzone”, derivata dal lied e “imparentata” con l’aria d’opera. Da Rossini a Gerswhin, da Massenet a de Sarasate, l’ascoltatore viaggerà nel tempo e nello spazio con le melodie per voce e per violino che hanno scritto le pagine più emozionanti della storia della musica.

Sabato 9 Agosto ore 21.00 – Casalvecchio, Piazza Municipio
Domenica 10 Agosto ore 21.00 – Biccari, Piazza Umberto I

TANGO E DINTORNI

Con Trio Celos
Ida Fratta, soprano
Greta Luna Saccone e Francesco Mastromauro, tangueros

Martedì 12 Agosto ore 21.00
Celenza, Chiostro delle Clarisse

___________

Direzione artistica: M° Dino De Palma
Organizzazione curata da: Associazione “Spazio Musica” – Foggia

Il Festival d’arte “Apuliae”

Manifestazione di “F.F.S.S.” – Five Festival Sud System

Il Festival d’arte “Apuliae” è nato nel 2004 per volontà dell’Associazione “Spazio Musica” e di numerosi altri enti pubblici e privati con la finalità di offrire stimoli culturali ed artistici ad una zona della provincia di Foggia molto interessante dal punto di vista turistico, architettonico, climatico e paesaggistico: la zona collinare dell’Appennino Dauno.

L’obiettivo del Festival, in questi anni, è stato quello di puntare i riflettori, per una sera, su alcuni di questi meravigliosi luoghi, attraverso una offerta di spettacoli il più possibile variegata, accessibile e qualificata artisticamente realizzati in location di grande interesse storico e architettonico (chiese, borghi medievali, palazzi nobiliari, castelli, chiostri, piazze storiche).

La particolarità del Festival d’arte è quella di voler “produrre” spettacoli nuovi in cui la commistione delle varie arti sia l’elemento caratterizzante della scelta dei programmi.

Tempi di realizzazione: Dal 25 giugno al 12 agosto 2014

Luoghi: Biccari, Casalvecchio di Puglia, Celenza Valfortore, Corato, Foggia, Roseto Valfortore, Torremaggiore.

Area download

ENTI PROMOTORI – XI Edizione 2014

Unione Europea P.O. Fesr 2007-2013 Asse IV Azione 4.1.2 4.3.2

Regione Puglia – Assessorato al Meditrerraneo, Cultura e Turismo

Comune di Orsara – Comune capofila progetto FESR

Consorzio F.F.S.S. (Five Festival Sud System)

Associazione Musica Civica

Comune di Biccari

Comune di Casalvecchio di Puglia

Comune di Celenza Valfortore

Comune di Foggia

Comune di Roseto Valfortore

Comune di Torremaggiore